Torna alla pagina precedente

Carciofi alla Romana

Questa è una ricetta di Redazione castellintavola.com
Categoria: Contorni

Ingredienti

6 carciofi

3 spicchi d'aglio

3 ciuffi di prezzemolo già lavati

mentuccia essiccata q.b.

sale q.b.

pepe q.b.

olio evo q.b.

1 limone

acqua q.b.


I carciofi alla romana, ricchi di sapore e semplici da realizzare sono una ricetta tipica della capitale.

Secondo la tradizione Romanesca per preparare i carciofi alla Romana vengono utilizzate le mammole, queste sono dei carciofi tipici Romaneschi dalla forma tondeggiante; qualora non doveste trovarle potrete tranquillamente utilizzare il classico carciofo.


Preparazione

Pulire i carciofi, lasciare i gambi un po' lunghi attaccati ai boccioli, lasciare i fiori interi ed allargarli delicatamente

eliminando l'eventuale fieno posto internamente, metterli in ammollo in acqua e limone per evitare che si scuriscano.


Tritare la menta romana, il prezzemolo e l’aglio (con il mortaio per fare le cose per bene!) quindi aggiungere poco sale e un cucchiaino di olio di oliva. 

Farcire i carciofi con il trito appena preparato avendo cura di inserirlo fra le varie foglie.

Sistemare i carciofi conditi e i gambi in una pentola alta e antiaderente con olio di oliva e lasciar soffriggere in questo modo per un paio di minuti quindi aggiungere sale a pioggia e acqua in quantità tale da coprire tutti i carciofi.

Coprire con il coperchio e cuocere per circa mezz'ora a fuoco moderato. 

Consiglio:

Mettiamo fra la pentola e il coperchio della carta di pane. Questo trucchetto tramandato di generazione in generazione, fa sì che si crei del vapore all'interno della pentola conferendo così un particolare sapore a questo piatto.

A cottura ultimata spegnere il fornello e sevire i carciofi alla romana ancora caldi accompagnati dal sughetto di cottura.

Tempo di preparazione

30 minuti

Tempo di cottura

30 minuti

Persone

6

Vino consigliato

La tipologia di vino da abbinare a questa pietanza è un vino bianco fermo, di medio corpo come il Bianco Capena Abboccato Doc ed il Bianco Capena Superiore Abboccato Doc, tuttavia questo piatto si accompagna bene anche con un vino secco come un Bianco Capena Superiore Secco Doc o un Cerveteri Bianco Secco Doc.

Ti è piaciuta questa ricetta?

Scopri le altre ricette di Redazione castellintavola.com.

Commenti

Non sono ancora presenti recensioni su questa ricetta. Vuoi essere tu il primo a lasciarla?

Lascia un commento

Gradimento della ricetta

Scopri le altre ricette di Chef in Tavola!